Skip to Main Content

2019 Italy Spencer Stuart Board Index

L’Italy Board Index 2019 si focalizza sui Consigli di Amministrazione delle prime 100 società italiane per capitalizzazione a Febbraio 2019, incluse le maggiori dell’indice FTSE MIB. In questa 24° edizione emergono i seguenti highlights:

  • il 53% delle società non prepara un piano di successione strutturato del CEO, dato sostanzialmente allineato con lo scorso anno
  • il 35,8% delle cariche consiliari è ricoperto da donne: siamo apparentemente a metà strada verso il nuovo obiettivo del 40% recentemente riformulato dalla legge di Bilancio
  • purtroppo però solo l’8% delle donne ricopre in Consiglio  un ruolo esecutivo
  • è aumentata dal 38% al 43%  la percentuale di donne Consigliere con un background manageriale, quasi alla pari con il più consueto profilo Accademico o da Professionista, quali Revisori, Avvocati, Consulenti (44%)
  • in aumento al 53% i Presidenti con un ruolo esecutivo (erano il48% l’anno scorso), con un livello stabile all’11% dei Presidenti indipendenti alla nomina.
  • Il 73% delle società incluse nell’indice FTSE Mib ha una maggioranza di Consiglieri indipendenti nel proprio Consiglio di Amministrazione
  • Sono solo 16 i Comitati Sostenibilità (o denominati ESG) focalizzati su queste tematiche ( 12 nel FTSE Mib). Il numero cresce a 32  se si considerano quei Comitati in cui la Sostenibilità è stata affiancata ad altri temi, più spesso Nomine, Corporate Governance e Rischi.
  • è continuata la progressione del peso delle componenti variabili sul pacchetto dell’Amministratore Delegato. Il paymix per l’Amministratore delegato è variato con una incidenza della parte variabile che ha superato il 50 % : era 36% nel 2017,  41% l’anno scorso, si attesta sul 54% quest’anno.

Il Board Index 2019 sottolinea ancora una volta l’importanza della composizione del Consiglio di Amministrazione, elemento chiave al fine di garantire l'efficacia del Consiglio stesso. E’ essenziale garantire da un lato la continuità dei Consigli di Amministrazione laddove abbiano lavorato bene e dall’altra promuovere il rinnovo dei componenti.

L’edizione del 2019 — pubblicata in attesa dell’emanazione del nuovo Codice di Autodisciplina — conferma alcune proposte tra cui la possibilità da parte dei board uscenti di presentare le proprie liste all’Assemblea e suggerisce l'introduzione di limiti di età e numero di mandati dei Consiglieri. Conferma la rilevanza dei temi ESG sia per garantire una visione di medio lungo periodo alle aziende sia per andare incontro alle sempre più chiare richieste degli investitori internazionali e promuove una riflessione sui modelli di governance, cogliendo alcuni spunti di interesse dal mercato relativamente al sistema monistico.

Infine, si conferma la rilevanza delle dinamiche interne al Consiglio di Amministrazione, quali le modalità di lavoro e di interazione fra i componenti, la costruzione del consenso, l’esigenza di rigore e disciplina nella gestione dei tempi, ovvero la valorizzazione delle relazioni. Tutti questi temi, che in una parola caratterizzano la Cultura del Consiglio di Amministrazione, possono essere identificati ed analizzati.


The Italy Board Index 2019 is focused on the Boards of Directors of the top 100 Italian companies by market capitalization as of February 2019, including the largest companies of the FTSE MIB index. In this 24th edition, the following highlights emerge:

  • 53% of the companies do not prepare a structured succession plan for the CEO, a figure substantially in line with last year.
  • 35.8% of board positions are held by women: we are apparently halfway to the new 40% target, recently reformulated by the “Legge di Bilancio”
  • only 8% of women have an executive role on the Board
  • the percentage of women Directors with a managerial background has increased from 38% to 43%, reaching almost the same level as the more common Academic or Professional background, such as Auditors, Lawyers and Consultants (stable at 44%)
  • Presidents with an executive role increased to 53% from 48% in 2018. The proportion of independent Presidents remained stable at 11%.
  • 73% of the companies included in the FTSE MIB index have a majority of independent Directors on their Board.
  • there are only 16 Sustainability (ESG) Committees in the survey, 12 of which are within the FTSE MIB. This number increases to 32 if we include those Committees in which Sustainability has been combined with other topics, most frequently Nominations, Corporate Governance or Risk.
  • The proportion of CEO pay comprising bonuses and other incentives continues to increase, reaching 54% this year, compared with 41% in 2018 and 36% in 2017.

The 2019 Board Index once again underlines the importance of the composition of the Board of Directors, a key element in ensuring the effectiveness of the Board itself. It is essential to strike a balance between continuity, and the renewal and refreshment the Board.

The 2019 edition — published pending the issuance of the new Corporate Governance Code — confirms some of the proposals mentioned in 2018,  including the possibility for outgoing boards to present their lists to the Shareholders' Meeting and suggests the introduction of age limits and limits on the number of mandates for Directors.

It confirms the relevance of ESG issues both to guarantee a medium-long term vision to companies and to meet the increasingly clear demands of international investors, and promotes deep thinking on governance models, leveraging some interesting discussions regarding the one-tier system.

Finally, the relevance of the internal dynamics of the Board of Directors is confirmed, such as working methods and interaction between members, the consensus-building process, the need for rigor and discipline in time management, and the importance of trusted relationships. All these themes, which characterize the culture of the Board of Directors, are identified and analyzed.