Skip to Main Content

2021 Italy Spencer Stuart Board Index

April 2022

Il Board Index 2021 si focalizza sui Consigli di Amministrazione delle prime 100 società italiane quotate, incluse le maggiori dell'indice FTSE MIB. Le evidenze di questa 26° edizione sono:

  • Le donne Consigliere rappresentano il 39% dei Consiglieri del campione, e già 62 società sulle 100 analizzate sono allineate alla quota del 40% di Donne nei Consigli di Amministrazione.
  • Nelle maggiori società in Italia le donne che ricoprono ruoli esecutivi rappresentano il 2,3% del campione ed l’11% delle cariche esecutive complessive ricoperte. Ci sono solo 2 donne che ricoprono la carica di Presidente esecutivo, 3 sono le donne Vice Presidente esecutivo, 14 sono Consiglieri che siedono in un Comitato esecutivo, e 8 donne del panel sono Amministratore Delegato.
  • Il 55% dei Consiglieri eletti quest’anno sono stati nominati per la prima volta in una società quotata negli ultimi 5 anni. Essi rappresentano il il 9% dei Consiglieri totali.
  • 27 società dell’Osservatorio prevedono da Statuto la possibilità di presentazione di una Lista del Consiglio di Amministrazione uscente per il rinnovo dell’organo; 14 di queste società appartengono all’indice Ftse Mib.
  • Oltre il 76% degli Amministratori Delegati del campione ha una retribuzione complessiva al di sopra di 1 milione di Euro; di questi il 14% percepisce più di 4 milioni di Euro. La retribuzione fissa media è di circa 1,1 milioni mentre quella media complessiva è nell’ordine dei 2,7 milioni di Euro. Si segnala che il 10% degli Amministratori Delegati di aziende FTSE Mib hanno rinunciato all’incentivo variabile riferito all’anno di pandemia 2020, che solitamente ha un peso rilevante all’interno del pay-mix.

L’anno analizzato è stato caratterizzato dall’emergenza sanitaria, che ha avuto un impatto sui processi operativi delle aziende e sul dibattito consiliare. I Consigli di Amministrazione hanno dedicato grande attenzione e tempo, in concerto con il management team, sui principali temi di rischio.

In una situazione di emergenza e a fronte dell’evoluzione incerta della crisi economica, alcuni Consigli esecutivi e non hanno annunciato una riduzione dei compensi per il periodo di crisi o un riallineamento degli obiettivi. L’importo relativo alla rinuncia parziale o totale è stato in molti casi devoluto ad iniziative di supporto alla comunità, dimostrando consapevolezza e solidarietà.

Il Board Index 2021 sottolinea ancora una volta l’importanza della composizione del Consiglio di Amministrazione, elemento chiave al fine di garantire l'efficacia del Consiglio stesso. In particolare, riconoscendo la centralità che le tematiche di Diversità, Equità e Inclusione (DE&I) stanno acquisendo nelle aziende, l’attenzione a livello di CdA è posta principalmente sulla diversità di genere. Molti Consigli si stanno allineando o sono già allineati con le nuove disposizioni di legge, che prevedono la quota di due quinti di presenza del genere meno rappresentato per i Consigli di Amministrazione e i Collegi Sindacali delle società quotate.

Anche il tema della diversità generazionale emerge come nuova area di interesse per le aziende: i “Next Gen Directors” - Consiglieri di nuova generazione under 40 - porterebbero nuove conoscenze ed esperienze in settori disruptive (i.e. sicurezza informatica, AI, industria 4.0, trasformazione digitale, comunicazione social, ...). In Italia la percentuali Consiglieri under 40 è pari al 3%.


Now in its 26th year, the 2021 Italy Spencer Stuart Board Index analyses the board governance practices of the top 100 listed companies, including the largest of FTSE MIB index. Some of the most notable findings are highlighted below.

  • Female directors represent 39% of all directors in the sample, and 62% of the companies analyzed have reached the 40% quota for boards of directors.
  • In the major companies in Italy, women hold 2.3% of executive roles on the board and 11% of all the executive positions. There are only 2 female executive chairs, 3 female executive deputy chairs, 14 female directors who sit on an executive committee and 8 women who are chief executive officers.
  • 55% of directors appointed this year were appointed to a board of a listed company for the first time. This group represents 9% of all of the directors considered in the Board index.
  • 27 companies in the sample have a clause in their bylaws which grants permission to the current board to present a list of candidates for the board’s renewal; 14 of these companies belong to the FTSE Mib index.
  • Over 76% of CEOs in the sample have a total compensation in excess of 1 million Euros; among these, 14% receive more than 4 million Euros. The average fixed salary is around 1.1 million Euros, the total average compensation is in the order of 2.7 million Euros. 10% of CEOs of FTSE Mib companies have waived their variable pay due to the 2020 pandemic. This usually accounts for a significant portion of CEO pay.

2020 was characterized by the pandemic emergency, which affected companies’ operational processes as well as their boards’ dynamics. Boards of directors discussed the main risk issues extensively with their management teams.

During the Covid-19 emergency and given the uncertainties surrounding the developing economic crisis, some boards announced either a compensation reduction for the period or a realignment of objectives. In many cases, some or all of the pay cut has been donated to initiatives supporting the community.

The 2021 Board Index once again underlines the importance of the composition of the board of directors, which is a key element in ensuring the effectiveness of the board itself. While acknowledging the centrality that Diversity, Equity and Inclusion (DE&I) topics are gaining within companies, attention at board level is now mainly on gender diversity. Many boards are either about to align or are already aligned with the new law, which requires that the least represented gender be no less than two fifths of the total members of boards of directors and boards of statutory auditors of listed companies.

Generational diversity is also a relevant issue for companies. “Next Gen Directors” – new generation under 40 Directors – can bring new knowledge and experience from disruptive industries (i.e. cyber security, AI, industry 4.0, digital transformation, social communication). Directors under 40 years old only account for 3% of all directors in Italy.