Skip to Main Content

Italia 2016 Board Index

L’Italy Board Index 2016 si focalizza sui Consigli di Amministrazione delle prime 100 società italiane per capitalizzazione all’11 marzo 2016, incluse le maggiori dell’indice FTSE MIB.

Download now >

In questa 21° edizione emergono i seguenti highlights:

  • Il 57% delle società non prepara un piano di successione strutturato del CEO
  • Il 26% delle cariche consiliari è ricoperto da donne (in crescita rispetto al 22,3% del 2014)
  • Il 40% delle donne consigliere ha un background manageriale (in crescita rispetto al 36% del 2014)
  • il 54% dei Presidenti ha un ruolo esecutivo
  • l’8% dei Presidenti è indipendente
  • il 51% delle società non ha nemmeno un consigliere eletto dalle minoranze
  • bonus e altri incentivi pesano per il 38% nel pay-mix medio dell’AD

Il Board Index 2016 mette a fuoco anche una delle principali problematiche sulla continuità dei Consigli di Amministrazione e del rinnovamento dei componenti, prospettando alcune proposte tra cui la possibilità da parte dei board uscenti di presentare le proprie liste all’Assemblea e quella di prevedere un limite di mandati dei consiglieri. Contestualmente anche lo staggered board, scaglionamento nel tempo delle nomine del consiglio, consentirebbe di coniugare continuità e rinnovamento all’interno dei CdA.


The 2016 Italy Board Index focuses on the boards of directors of the top 100 Italian listed companies by market capitalization as at 11 March 2016, including FTSE MIB. Here are the highlights of this 21st edition:

  • 57% of companies do not prepare a structured CEO succession plan
  • 26% of board positions are held by women (up from 22.3% in 2014)
  • 40% of women have a managerial background (up from 36% in 2014)
  • 54% of presidents have an executive role
  • 8% of presidents are independent
  • 51% of companies did not have a director elected by the minority shareholders
  • 38% of the average pay for CEOs average pay consists of bonuses and other incentives

The 2016 Board Index also focuses on the continuity of the boards of directors and board membership renewal. It makes some proposals including the possibility for outgoing boards to submit their lists to the AGM and provide a limit for directors' mandates. At the same time, having staggered appointments allows for the combination of continuity and renewal within the board, with board appointments spread out over time.

For information about copying, distributing and displaying this work, contact permissions@spencerstuart.com.